Prossime elezioni FIGC, Carlo Tavecchio resterà alla guida della FIGC ma la moglie di Cesare deve essere al di sopra di ogni sospetto

Le vicende mondiali  e quelle europee del calcio, hanno dimostrato come la dirigenza di questo nobile e spettacolare sport non sia aliena da episodi di malversazione e di corruzione. Da qui nasce l'esigenza per tutti ed anche per l'Italia, di avere una classe dirigente, sobri onesta, morigerata che a cuore solo il bene dello sport calcio e non prediliga gli interessi di bottega, come spesso succede. Entro marzo 2017 avremo l'elezione per il rinnovo della presidenza federale. Allo stato attuale l'unico candidato appare Tavecchio, che a torto o ragione e' stato oggetto di pesanti critiche-vedi il giornale "LA VERITÀ." Non sta a noi giudicare se quanto scritto sia vero o falso, tale compito spetta alla magistratura della Repubblica, nella quale noi riponiamo piena fiducia. Noi sosteniamo che in questa situazione socio-politica del paese Italia la Figc ha bisogno di un presidente federale, che sia come "la moglie di Cesare" al di sopra di ogni sospetto e questo non può essere il caso dell'attuale governance. Ci sarà un "bonus vir" che si farà avanti? Se ci sarà avrà tutto il nostro appoggio  nell'esclusivo interesse dello sport e di centinaia di migliaia di nostri connazionali che ogni domenica lo seguono con passione.

I commenti sono chiusi